Mentre litigavano, il marito sfida la moglie sorridendo. Lei lo soffoca con un cuscino

Moglie soffoca marito cuscino
Moglie soffoca marito cuscino

Durante una lite, una donna di 73 anni soffoca il marito 81enne per averle sorriso in quel momento. Lei, Janet Dunn, è stata preda di un brutto scatto d’ira. Il motivo della discussione era legato a ragioni economiche. La donna si è avventata su di lui, Anthony, e lo ha ucciso con un cuscino. Accade a Northumberland, nella loro casa a Ponteland.

Marito sorride durante una lite, lei lo soffoca con un cuscino: il caso

La donna, dopo aver compiuto l’insano gesto, è scappata di casa e ha tentanto il suicidio senza riuscirci. Sembra che la coppia avesse difficoltà economiche e quando lei lo ha fatto presente a suo marito, affinchè chiedesse un altro prestito alla loro figlia, lui l’avrebbe guardata e avrebbe sorriso, facendola arrabbiare irrimediabilmente.

La 73enne ha poi spiegato di aver interpretato quel gesto come un atteggiamento di scherno e di forte insensibilità. Sembra che la donna, per anni, avesse accettato ogni forma di prevaricazione da parte di suo marito.

Secondo la perizia degli psichiatri, l’anziana signora soffrirebbe di forte depressione e lo stato ansioso in cui versava l’avrebbe condotta a commettere un atto così terribile, alterando la sua capacità di giudizio.

Il tentato suicidio della donna

Compiuto l’omicidio, Janet sarebbe fuggita presso un lago vicino alla sua abitazione, con l’intenzione di suicidarsi.

Dopo qualche ora, un passante avrebbe però notato il suo corpo privo di sensi e avrebbe poi allertato i soccorsi che sono quindi intervenuti in tempo.

Alcune persone vicine alla coppia avrebbero dichiarato che il marito fosse un uomo con una personalità particolarmente irascibile e che volesse avere il controllo su ogni cosa. Gli esperti psichiatrici parlano di “controllo coercitivo”. La donna, ora, sarebbe distrutta per l’omicidio commesso.

Arrestata, ha ricevuto una condanna di 5 anni e 3 mesi.