Mentre un minorenne rimane sul treno, la madre e i fratelli scendono alla stazione di Ladispoli

treno
treno

Lo spavento di una madre che perde il figlio è sempre un incubo, soprattutto se, una volta scesa dal treno sul quale si trovava insieme a lui e ad altri 2 figli, si rende conto che il più piccolo non è al suo fianco. Succedeva in questo lungo weekend di Ferragosto, quando ad intervenire risolvendo la situazione è stata la polizia ferroviaria d Civitavecchia. Alla stazione di Ladispoli, la destinazione della famiglia, il minore era risalito sul corvoglio.

Ladsispoli, mamma e fratelli scendono alla stazione, minorenne resta sul treno: l’intervento

Grazie all’attività del personale della polfer Lazio, e all’intensificazione de servizi istituzionali, la stroria ha avuto il giusto finale. L’impiego dei controlli, durante il weekend di Ferragosto, è stato di 21 servizi di pattuglia lunga la linea ferroviaria e di 51 treni scortati.

A Civitavecchia, quando il treno è arrivato, i poliziotti hanno rintracciato il minore e, rassicurandolo, lo hanno riaffidato a sua madre.

Le attività di prevenzione in atto

La prevenzione, nel periodo estivo più intenso dell’altro, non è mai troppa. Infatti, il bilancio dei controlli è stato di 7.638 identificati in totale, 1 arrestato, 5 indagati in stato di libertà, almeno 232 pattuglie impiegate in stazione, altre 21 pattuglie antiborseggio impiegate in stazione e 3 contravvenzioni amministrative elevate.

In linea generale, si è trattato di un incremento oggettivo delle attività di prevenzione e controllo serrato del territorio; una misura cautelare che ha portato ad un aumento di circa il 73% del numero complessivo degli identificati in contrapposizione, nello stesso periodo, allo scorso anno.