Mercato auto, piccolo segno positivo per l'Europa

redazione@motor1.com (Alberto Antognotti)
Copertina Mercato auto Europa, a maggio torna il segno più

Un pallido +0,04% basta per interrompere gli otto mesi consecutivi di flessione. Tira la Germania, anche se il Gruppo Volkswagen perde terreno

Termina dopo otto mesi il calo di vendite per le auto nuove in Europa. A maggio infatti è stato registrato un pallidissimo +0,04%, che serve a fini statistici per interrompere il lunghissimo periodo negativo (iniziato a settembre 2018) ma non per invertire la tendenza nel 2019.

Il mese scorso sono state immatricolate 1.443.708 nuove auto nei nei Paesi dell’Unione e in quelli dell’area Efta, vale a dire Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera, ma da inizio anno il totale (pari a 6.935.028 vetture) è inferiore del 2,0% rispetto ai primi cinque mesi dell’anno scorso.

Fra i Big sorridono solo Germania e Francia

E’ positivo però che le vendite siano tornate a crescere in Germania, che da sola vale quasi un quarto di tutte le immatricolazioni nel Vecchio Continente: a maggio le nuove targhe sono aumentate del 9,1% e hanno toccato le 332.962 unità.

Anche in Francia la situazione è positiva, sebbene l'incremento sia dell’1,2% (a 193.948 unità), mentre gli altri tre Paesi dei primi cinque non hanno tenuto il passo di Germania e Francia: l’Italia ha perso l’1,2%, il Regno Unito ha ceduto il 4,6% e in Spagna le nuove immatricolazioni sono diminuite del 4,6%.

Come sono andati gli ultimi mesi in Italia e Europa

PSA non si ferma

Il primo gruppo per vendite in Europa, quello Volkswagen, non riscatta il -3,7% di aprile e incassa un nuovo segno meno: a maggio è del 2,1% (a 345.296 unità). Seat guadagna il 13,9% e Skoda sale del 3,8%, ma a deludere sono i marchi Volkswagen (-8,7%) e Audi (-1,7%). Maggio è stato un mese da dimenticare anche per Porsche: ha perso l’1,3%.

Sorride invece il gruppo PSA, che guadagna il 4,3% e sale a 233.419 nuove immatricolazioni, trainato dall’ottima prestazione di Citroen: il marchio francese ha guadagnato il 13,7%. Bene anche Peugeot (+2,0%) e Opel (+1,1%), mentre DS ha ceduto il 7,1%.

Testa a testa fra FCA e Hyundai-Kia

Al terzo posto c’è il gruppo Renault, in calo del 3,7% nonostante il buon +8,1% di Dacia: pesa però il -9,8% di Renault. A maggio è quarto per vendite in Europa il gruppo FCA, con 99.611 nuove immatricolazioni (l’8,1% in meno rispetto a maggio 2017), che precede di circa 9.000 targhe il gruppo Hyundai-Kia (+2,1% a maggio), davanti però considerando il periodo gennaio-maggio: in cinque mesi la FCA ha venduto 442.512 vetture, contro le 445.515 della Hyundai-Kia. Maggio è stato un mese negativo anche per Ford, in calo del 4,4%.