Mercedes-Benz festeggia 50 milioni di automobili prodotte

Redazione
·2 minuto per la lettura

La prima Mercedes Maybach Classe S prodotta da Factory 56 e' anche la 50 milionesima vettura ad uscire dalla linea della rete di produzione globale di Mercedes-Benz. "Mercedes-Benz e' sempre stata sinonimo di lusso. Ecco perche' sono molto orgoglioso di questo anniversario molto speciale: cinquanta milioni di veicoli prodotti sono una pietra miliare significativa nella storia della nostra azienda e un risultato eccezionale per il team. Ringrazio i colleghi negli stabilimenti di tutto il mondo per il loro lavoro e il loro impegno. La loro esperienza e passione nella produzione delle nostre Stelle avverano, giorno dopo giorno, i desideri dei clienti di tutto il mondo" ha dichiarato Jörg Burzer, membro del consiglio di amministrazione di Mercedes-Benz, Production and Supply Chain.Negli ultimi 75 anni sono stati prodotti in totale 50 milioni di veicoli dei marchi Mercedes-Benz e smart con la massima dedizione e qualita'. Alla base di questo risultato c'e' la rete di produzione globale composta da stabilimenti automobilistici dislocati in tutto il mondo: flessibile, digitale, efficiente e sostenibile.

Grazie all'ecosistema digitale MO360, tutti questi impianti sono collegati in rete tra loro. La stretta collaborazione supportata digitalmente tra i dipendenti dei diversi stabilimenti e' una parte essenziale di questo.Attraverso strutture e processi caratterizzati dalla massima flessibilita', la rete di produzione globale e' organizzata in modo ottimale. La sensibilita' di cogliere e ripartire la capacita' produttiva tra i singoli stabilimenti, a seconda delle richieste del mercato e' un vantaggio decisivo. Gia' oggi, veicoli con diversi tipi di trasmissione escono dalla stessa linea di produzione. Durante questo processo, metodi e processi di produzione vengono continuamente sviluppati e digitalizzati. Di conseguenza, possiamo ottenere sinergie, ridurre i costi e, non ultimo, aumentare l'efficienza e la produttivita' all'interno della rete di produzione.

(ITALPRESS).

tvi/com