Mercoledì 113 profughi siriani a Roma da Libano con corridoi umanitari

Red/Cro/Bla

Roma, 25 nov. (askanews) - Mercoledì 27 novembre arriveranno a Roma 113 profughi siriani dal Libano, grazie ai corridoi umanitari promossi da Comunità di Sant'Egidio, Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia e Tavola Valdese, in accordo con i ministeri dell'Interno e degli Esteri. Con loro saranno oltre 1.800 le persone accolte in Italia da questo specifico progetto della società civile totalmente autofinanziato (dalla raccolta fondi di Sant'Egidio e dall'8 per mille delle chiese valdese e metodiste). Dal febbraio 2016, compresi i corridoi umanitari dall'Etiopia in Italia e quelli giunti in Francia, Belgio e Andorra dal Libano e da altri Paesi, sono ormai oltre 3.000 i profughi arrivati in Europa con i corridoi umanitari .

Tre anni e mezzo di impegno della società civile dimostrano che è possibile non solo salvare chi rischia di cadere nelle mani dei trafficanti di uomini, ma anche avviare percorsi di integrazione. In un tempo in cui riaffiorano preoccupanti manifestazioni di razzismo e intolleranza, il modello avviato da Sant'Egidio e Chiese protestanti - poi replicato anche con altre realtà e associazioni - ha riscosso il consenso di tanti e si è alimentato grazie alla generosità di molti italiani - alcuni dei quali hanno anche offerto le loro case per l'ospitalità - che si sono attivati in modo volontario e gratuito.

(Segue)