Meritocrazia e formazione, gli indici per essere felici quando si lavora

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 18 giu. (askanews) - Si può essere felici in azienda? Si può andare a lavorare con il sorriso? E se sì cosa serve perché questo accada? Domande alle quali ha provato a rispondere un'azienda leader nel settore della Cessione del Quinto che ha riunito a Cagliari, in una due giorni formativi, i propri manager. "Abbiamo provato per la prima volta -spiega Corrado Fera, Direttore Generale di Soluzione Prestito- a tastare il polso dei nostri dipendenti per capire quali sono i tasti da toccare per creare un ambiente sereno e maggiormente produttivo".

Il primo indice di felicità riguarda la meritocrazia. Si è sereni se l'impegno e i risultati sono alla base del successo personale: "Ma allo stesso tempo -spiega Fera- i nostri manager ritengono che, oltre l'aspetto individuale, conti, e non poco, lo stare bene in quella che viene considerata una vera e propria squadra di lavoro. Questo vuol dire che ci si dà da fare per raggiungere i traguardi prefissati ma lo si fa nel rispetto dei colleghi come accade nei migliori team. E sono davvero contento di considerare Soluzione prestito un grande team, dove oltre il 40% dei responsabili ha iniziato dalla base e si è conquistato la sua promozione negli ultimi 20 mesi, con la qualità del proprio lavoro, il costante impegno e professionalità".

Meritocrazia e rispetto dell'altro, ma non solo. I manager, chiamati a raccolta nella 2 giorni di Cagliari, hanno individuato altri indici per definire la felicità aziendale: "Si lavora bene se si conquista la fiducia dei propri clienti e, nel nostro caso, se li si aiuta a realizzare piccoli, grandi progetti di vita. Progetti che ovviamente abbiamo anche noi, come singoli e come collettivo. Progetti che si portano a termine anche grazie a una formazione continua e agli obiettivi che, di giorno in giorno, ci poniamo".

Lungimiranti sono quelli che si pone, da qui al 2027, Soluzione Prestito che, durante la convention sarda, alla quale hanno preso parte, fra gli altri, Simone Marchi, Giustino Calvo, Gianvittorio Mascia e Paola Murgia, rispettivamente co-founder, Direttore Commerciale, Direttore Marketing e Direttore Operativo dell'azienda, ha illustrato la propria vision per i prossimi cinque anni: "Punteremo sempre di più sulla digital transformation -afferma Corrado Fera- puntando sull'adozione di procedimenti digitali smart e all'avanguardia come la firma digitale e lo SPID, così da rendere più agevole l'iter burocratico per qualsiasi utente che richiederà la cessione del quinto".

Ma non solo. Soluzione Prestito ha un piano di allargamento del proprio organigramma: "Il nostro obiettivo -conclude Fera- è di aprire altre 30 filiali entro il 2027 e di dare lavoro ad altre 300 persone, con un occhio di riguardo per la nostra regione, la Sardegna, dove amplieremo la sede centrale e abbiamo già una grande filiale nell'area metropolitana di Cagliari, con 100 assunzioni previste. Vogliamo conquistare, entro i prossimi cinque anni, il 10% della quota di mercato nel delicato campo della cessione del quinto".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli