Merkel e Macron a Davos: equità sui vaccini, salvare vite umane

·1 minuto per la lettura
Merkel e Macron a Davos: equità sui vaccini, salvare vite umane
Merkel e Macron a Davos: equità sui vaccini, salvare vite umane

Roma, 26 gen. (askanews) – La cancelliera tedesca Angela Merkel ha detto che uscire dalla pandemia di coronavirus sarà “molto più difficile di quanto pensassimo” nonostante il contributo dei vaccini. Al World Economic Forum di Davos Merkel ha parlato di strada in salita e sui vaccini ha sottolineato: “Una cosa è il denaro, un’altra è ovviamente la disponibilità del vaccino in questi tempi di scarsa disponibilità. Si tratta di avere una distribuzione equa, non solo di soldi”.

E il presidente francese Emmanuel Macron, parlando della pandemia, ha osservato come il Covid sia servito per rivedere le priorità: “La prima cosa che ci ha insegnato è che non si può pensare all’economia senza le persone. Sembra una cosa banale da dire, ma alla fine in tutti i nostri paesi abbiamo fatto qualcosa che sembrava prima impensabile: abbiamo fermato tutte le attività economiche per proteggere le vite – ha detto. E ci siamo ricordati che l’economia è una scienza morale, quindi la vita degli uomini ha la precedenza sul commercio e sui numeri”.

Macron ha parlato anche di clima: con il ritorno degli Stati Uniti negli accordi di Parigi, ha proseguito il presidente francese, la priorità delle priorità è garantire il rispetto di quegli accordi e innalzare gli obiettivi 2030. In Europa si è già deciso di ridurre le emissioni del 55%, il secondo punto è raggiungere la neutralità carbonica entro il 2050.