Merkel prende distanze da Macron sulle elezioni europee

Red

Berlino, 22 feb. (askanews) - Angela Merkel ha preso le distanze dalle proposte di Emmanuel Macron sulla riforma delle modalità di votazione nelle elezioni europee, alla vigilia di un vertice dell'Unione Europea dove sarà affrontato l'argomento.

Il capo dello Stato francese si è mostrato critico verso il sistema in vigore dal 2014, predisposto su richiesta del parlamento europeo, che prevede che i partiti paneuropei si presentino alle elezioni con dei capilista -

e che chi si piazza al comando diventi automaticamente il prossimo presidente della Commissione europea.

È in questo modo che Jean-Claude Juncker, capolista dei conservatori europei del Partito popolare europeo (Ppe), è diventato presidente della Commissione nel 2014. Prima di questa data, la scelta del presidente dell'esecutivo europeo spettava ai soli capi di stato e di governo dei Paesi dell'Ue.

La cancelliera tedesca ha dichiarato che non vede come sia possibile modificare l'attuale sistema di designazione. "La famiglia politica cui appartengo, il Ppe, ha nel frattempo inserito l'istituto dei capilista nel suo statuto", ha dichiarato di fronte alla Camera dei deputati a Berlino.

(fonte AFP)