Merkel ricevuta alla Casa Bianca: per la cancelliera è il primo incontro con Trump

redazione web
Usa, Merkel a Washington da Trump

Foto tratta dal profilo Twitter del portavoce di Angela Merkel Steffen Seibert

La cancelliera tedesca, Angela Merkel, è arrivata alla Casa Bianca per il suo primo incontro con il presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Sul tavolo l'Unione europea, i rapporti con la Russia e gli interessi degli investitori tedeschi negli Usa. L'incontro si sarebbe dovuto tenere martedì, ma era stato rimandato a causa della tempesta di neve che ha colpito la costa est degli Stati Uniti. La cancelliera è arrivata alla Casa Bianca dopo le 11.30 ora locale, le 16.30 in Italia. Trump l'ha accolta sulla porta dell'ala ovest della residenza, dove si trova il suo ufficio. Fra i due c'è stata una stretta di mano e i due hanno sorriso davanti a fotografi e operatori prima di entrare per l'incontro. Il programma previsto, stando a quanto riferito dalla Casa Bianca, è di 15 minuti di colloquio faccia a faccia tra i due e a seguire un incontro di 45 minuti anche in compagnia delle rispettive delegazioni; successivamente una riunione con imprenditori Usa e tedeschi. Merkel e Trump terranno poi una conferenza stampa congiunta, seguita da un pranzo di lavoro sempre alla Casa Bianca.

 

Ankunft am @WhiteHouse: Kanzlerin #Merkel wird von @POTUS Donald Trump begrüßt. (BPA) pic.twitter.com/C7P4inwdaW

— Steffen Seibert (@RegSprecher) 17 marzo 2017

 

Le relazioni fra Trump e Merkel finora sono state fredde: prima di insediarsi alla presidenza Usa lo scorso 20 gennaio, Trump aveva accusato la cancelliera tedesca di avere commesso "un errore catastrofico" con la sua politica riguardo ai rifugiati. Merkel, dal canto suo, aveva criticato il 'travel ban' imposto da Trump e poi sospeso da un giudice federale. La riunione di oggi permetterà ai due leader di avere un primo contatto di persona: secondo Berlino, non bisogna aspettarsi grandi rivelazioni a livello di contenuti, perché queste arriveranno piuttosto dai vertici multilaterali dei prossimi mesi, cioè quelli di Nato, G7 e G20. Merkel vuole portare a Trump come messaggio il "significato centrale" che l'Ue ha per Berlino e sottolineare che la vittoria in Olanda del partito liberale Vvd del primo ministro uscente Mark Rutte è un "risultato pro Europa". La cancelliera vuole anche far valere il peso economico della Germania per gli Stati Uniti, difendere gli interessi degli investitori tedeschi nel Paese e chiarire che non si ammetteranno nuovi dazi o trattamenti discriminatori per le imprese tedesche.

Trump, dal canto suo, vuole approfittare del faccia a faccia per stabilire una relazione "personale" con Merkel e chiederle consigli, a partire dalla sua esperienza, su come comportarsi con il presidente russo Vladimir Putin, come ha anticipato la Casa Bianca. In particolare, Trump vuole conoscere il punto di vista della cancelliera sul ruolo che gli Usa possano avere nella ricerca di una soluzione al conflitto in Ucraina e per l'applicazione degli accordi firmati a Minsk a febbraio del 2015. 

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità