Merletti (Confartigianato): "Preoccupati per crisi governo, serve buon senso Mattarella"

webinfo@adnkronos.com

"Siamo ragionevolmente preoccupati, molto preoccupati. Ci appelliamo al buon senso del Presidente della Repubblica Mattarella, e ce ne vorrà davvero tanto...". Così, con Adnkronos/Labitalia, il presidente di Confartigianato, Giorgio Merletti, commenta la crisi di governo. "Noi avevamo avviato un'interlocuzione -spiega Merletti- con il governo dimissionario, negli incontri con Conte, Tria, Salvini avevamo presentato delle nostre proposte su Sud, manovra, lavoro e welfare. Poi, è successo sto casino e adesso siamo davvero preoccupati...".  

Le opzioni in campo, come il governo giallo-rosso o un nuovo giallo-verde, non convincono Merletti. "Quota 100, reddito di cittadinanza -spiega- l'abbiamo detto subito che non andavano bene, serve il lavoro di cittadinanza che dà dignità all'uomo. E il jobs act? io l'avevo detto in tempi non sospetti che era un costosissimo sedativo...".  

E adesso, per Merletti, la situazione è molto rischiosa per il Paese. "Con il governo precedente si stava provando a ragionare, secondo noi serviva una manovra espansiva ma non irresponsabile, adesso la situazione è preoccupante...". Anche perché, chiosa Merletti, anche se si dovesse creare un nuovo esecutivo, "fino a quando si spartiscono le poltrone" non ci sarà un confronto con le organizzazioni datoriali. "A decidere -sottolinea Merletti- però è la politica non noi imprenditori...".  

E sull'intervista di oggi al 'Foglio' di Urbano Cairo Merletti spiega: "Forza Italia 2 la vendetta? Comunque, quando ci sono parole di buon senso da parte di un imprenditore va sempre bene. Il fatto è che è la politica a decidere, non noi imprenditori...", conclude.