Mertens fa volare il Napoli, Griezmann lo riacciuffa

Napoli-Barcellona 1-1 è la grande serata di Dries Mertens, e non dell'attesissimo Lionel Messi. Gli azzurri pareggiano infatti contro i temuti catalani, uscendo dal terreno del San Paolo addirittura con il rimpianto di non aver vinto una partita giocata meglio rispetto ai blasonati avversari.

Match preparato alla perfezione da Gattuso, che risfodera il tridente Callejon-Mertens-Insigne (tutti sulla linea degli attaccanti), ma nei primi minuti impone ai suoi una tattica che punta a logorare gli avversari facendoli correre a vuoto, per poi sfruttare gli spazi al momento più opportuno. Una tattica che paga al 30', quando Zielinski ruba un pallone sulla trequarti, lo crossa verso Insigne che fa velo e dalla parte opposta Mertens trova un destro a giro imparabile: un gol bellissimo e storico, quello che gli permette di raggiungere Marek Hamsik sul trono dei marcatori di ogni tempo della storia del Napoli.

Un Napoli che potrebbe addirittura raddoppiare con Manolas, ma che nella ripresa è costretto a rinunciare proprio a Mertens (toccato duro da Busquets). E Busquet si inventa il lancio nello spazio per Semedo che spezza in due la difesa del Napoli, con Griezmann che al 57' può pareggiare tutto solo.

Insigne e Callejon sfiorano un controsorpasso partenopeo che non arriva, quindi dopo l'insistito possesso palla del Barcellona (con Ospina che corre più di un pericolo) arriva l'espulsione per Vidal all'89'. E un pareggio da applausi per un Napoli che contro il temuto Barcellona ha fatto un figurone.