Mes, Amendola: dati alla mano, valuteremo a luglio necessit Italia -2-

Fco

Roma, 8 giu. (askanews) - "Contiamo per che il parlamento possa valutare una volta che tutto il pacchetto di accordi sar stato siglato", rassicura Amendola, "Alcuni strumenti sono stati gi attivati, li attiveremo per primi: Sure per la cassa integrazione, un fondo da 100 miliardi che ci permette grazie ai bond europei di finanziare innanzi tutto l'emergenza. O anche quelli della Bei (Banca europea per gli investimenti), per la liquidit delle imprese. Poi, nel corso di luglio, si valuter con il governo dati alla mano quelle che sono le nostre necessit".

Si passer senza ombra di dubbio per il voto di Camera e Senato. "Tutti gli strumenti di politica fiscale europea", ricorda il ministro, "hanno bisogno non solo che il governo abbia la sua valutazione e la sua posizione che presenta al parlamento, ma anche del voto del parlamento stesso. Perch sono accordi a livello europeo che per prassi istituzionale vengono sempre vidimati dal parlamento italiano". (Segue)