Mes, Bernini (Fi): maggioranza in un vicolo cieco

Pol/Luc

Roma, 22 nov. (askanews) - "La riunione di maggioranza sul Fondo Salva Stati si è chiusa con una inevitabile fumata nera, con l'ovvio auspicio che si arriverà a una soluzione 'perché in ballo c'è qualcosa di importante'. Io spero che il governo abbia la consapevolezza del vicolo cieco in cui ha cacciato l'Italia: se accetterà di firmare la riforma del Mes a dicembre, i rischi di dover ristrutturare il debito in caso di crisi aumenteranno, ma sarà complicato ottenere delle modifiche, perché il Consiglio europeo di giugno ha già dato l'assenso di massima alla riforma. Certo, il Trattato deve ancora essere ratificato dai singoli Parlamenti, ma non c'è potere di veto, e se gli altri Paesi decidessero di andare avanti senza di noi l'Italia non avrebbe più accesso al Mes. Per scongiurare questi due scenari entrambi negativi, ci vorrebbe un governo autorevole e coeso, in grado di parlare con una sola voce in Europa, ma non c'è". Lo dichiara Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia.