Mes, Conte: logica pacchetto imprescindibile

Gal

Roma, 2 dic. (askanews) - "In luogo di proclami privi di ogni contenuto propositivo, ritengo che dobbiamo concentrare i nostri sforzi affinché la nuova architettura non si regga su un'unica gamba, rappresentata dalla riforma del MES. Se l'ambizione prospettata dai Paesi che adottano la moneta unica si traducesse esclusivamente in questo, ciò significherebbe che i governi non hanno appreso a sufficienza dalla storia dell'ultimo decennio". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, nel corso dell'informativa alla Camera sul Mes.

"Ecco perché, in ottemperanza alla 'logica di pacchetto', che il Governo ritiene essere elemento imprescindibile del negoziato, ritengo che, accanto al MES, debbano coesistere strumenti di bilancio comune con fondi superiori e scopo più ampio - ha osservato -. Il BICC è un passo nella giusta direzione ma dobbiamo fare di più e di meglio, a partire dall'assicurazione europea contro la disoccupazione. Inoltre, è essenziale che si definisca compiutamente un sistema di assicurazione comune dei depositi (EDIS), che possa portare ad una vera mutualizzazione dei rischi".