Mes, Di Maio: "Con Conte piena sintonia"

webinfo@adnkronos.com

"Conte l'ho sentito due ore fa e siamo in piena sintonia sia sul Mes sia sul tema della prescrizione". Lo dice Luigi Di Maio a Di Martedì su La7. "In questi giorni io ho visto Salvini delirare dicendo Conte 'ti dobbiamo incriminare per alto tradimento perché hai firmato nella notte un trattato'. Semmai per altro tradimento va incriminato Salvini stesso, perché se l'è sognata 'sta storia della firma perché non è mai stato firmato questo trattato. Quando Conte ha detto che tutti i ministri sapevano, è vero. Tutti sapevano quello che era pubblico di questo trattato, compreso il fatto che non è stato firmato".  

"Il fatto che in questo momento stiamo cercando di fermare un trattato che va assolutamente migliorato, il Meccanismo europeo di stabilità, o che la settimana scorsa abbiamo fatto saltare l'approvazione dei ricorsi degli ex parlamentari che si stavano riprendendo i vitalizi, vuol dire che il M5S ha ancora tanto da dire e da fare. E forse tenerlo al in Parlamento e al governo aiuta a evitare manovre lacrime e sangue per i cittadini italiani o danni". "Di nuovo al governo con Salvini? Io mi fido del prossimo sempre, fino a prova contraria. Per me la prova contraria con Salvini è arrivata l'8 agosto, quando ha fatto cadere tutto".  

"Mi fido di tutti i componenti di questo governo e il ministro Gualtieri è sempre stato molto bravo a intercettare le sensibilità di tutte le forze politiche di questo governo ma non ha un mandato di firma, perchè non è nella legge, non glielo consente". 

CONTE - "Giuseppe Conte è stato proposto due volte come presidente del Consiglio dal M5S, nel primo governo gialloverde e in questo giallorosso. Noi abbiamo piena fiducia in Giuseppe, quindi questa narrazione per cui il Movimento non ha più fiducia in Conte è sbagliata, totalmente". Giuseppe Conte candidato premier del M5S in caso di elezioni anticipate? "In questo momento su candidati premier e prossime elezioni non stiamo assolutamente facendo valutazioni". 

PRESCRIZIONE - "Poi bisogna restringere i tempi del processo? Certo. C'è tutto il tempo di farlo. Ma invece vedo che il Pd vuole proporre una propria proposta, allora vuol dire che la vuole votare con Salvini e Berlusconi". 

SARDINE - "Faremo del bene a quelle persone che si riuniscono nelle piazze se non le faremo entrare nell'agone politico. Ci sono forze politiche che stanno provando a mettere il cappello. Quella è una realtà che non sappiamo cosa diventerà ma dobbiamo lasciarla libera". "Guardo a quelle persone con molta attenzione e anche con grande ammirazione per il coraggio che hanno nel metterci la faccia". 

RENZI - "Non abbiamo mai smesso di pensare le cose che pensavamo l'uno dell'altro, io e Matteo Renzi. Credo che su questo siamo stati sempre tutti molto sinceri".