Mes, Di Maio: "Se non siamo certi che l'Italia è al sicuro non firmo"

webinfo@adnkronos.com

"Sul Mes, siamo molto determinati. Per noi bisogna rinviare: così com’è non va bene, perché espone l’Italia e gli italiani a dei rischi troppo alti". Lo scrive su Facebook il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio.  

"Se investo i miei soldi per il futuro - aggiunge - poi non posso avere qualcuno che me li ridà solo in cambio di manovre lacrime e sangue. Questo a casa mia si chiama ricatto e non siamo d’accordo. Il Movimento 5 Stelle è la prima forza politica in Parlamento ed è giusto che dica la sua. Abbiamo girato in lungo e in largo l’Italia in questi anni e abbiamo incontrato milioni di italiani in ginocchio a causa di trattati firmati con superficialità o dolo da ministri che potevano ascoltare di più".  

"In qualità di ministro degli Esteri dovrei firmare il Mes o delegare questa firma ad un rappresentante del corpo diplomatico. Questa firma ci impegnerà per i prossimi 50 anni. Finché non avremo la certezza al 200% che l’Italia sarà al sicuro, non apporrò nessuna firma".