Mes, Fassina (Leu): induce a default debito, revisione va bloccata

Pol-Afe

Roma, 20 nov. (askanews) - "L'analisi fattuale sul terreno economico della revisione del Mes evidenzia che induce al default del nostro debito pubblico e alla conseguente ristrutturazione con condizionalità pesantissime sul piano sociale". Lo afferma Stefano Fassina, Deputato LeU, in Commissione Bilancio della Camera durante l'audizione del Presidente del Cer, Vladimiro Giacchè, sul Mes.

"Lo scenario di ristrutturazione del debito non è, ovviamente, scritto nel testo, ma non è una lettura creativa o allarmistica: sono le conseguenze di quanto scritto, in un quadro di inversione del segno della politica monetaria della Bce e di proposte per pesare per il rischio di default i titoli di debito pubblico nei bilanci delle banche, come indicato dal Ministro delle Finanze tedesco. Il governo non può sottoscrivere la revisione del Mes al prossimo vertice dell'Ue a metà dicembre. Invece, come previsto dalle risoluzioni approvate a giugno scorso da Camera e Senato, il Presidente del Consiglio deve far prima esprimere il Parlamento", conclude Fassina.