Mes, Meloni: “Non vorrei che Di Maio e Conte stessero fingendo”

conte bis di maio farnesina

Secondo Giorgia Meloni, qualcosa non torna nel dibattito sul Mes: la leader di Fratelli d’Italia ha dei sospetti su Conte e Di Maio. Dopo le bagarre alla Camera nella serata di ieri, la discussione prosegue. Da quanto si apprende, infatti, la Meloni ritiene che il Fondo Salva-Stati sia una vera e propria “fregatura”. In un’intervista lei stessa ha spiegato che “ce lo raccontano così, come un fondo al quale tutti partecipano per aiutare le nazioni in particolare difficoltà. Ma non è affatto così”. Inoltre, la Meloni sospetta anche che Conte possa aver dato il via libera in Europa senza aver avuto ‘ok delle Camere. Il premier, però, ha smentito.

Mes, i sospetti di Giorgia Meloni

La leader di Fratelli d’Italia è sempre più convinta che il presidente del Consiglio abbia agito da solo in Europa: “L’eurogruppo ha fatto un comunicato a giugno che parlava di ampio accordo raggiunto – ha spiegato la Meloni -. E non c’è ampio accordo senza l’Italia”. Il vero problema del Mes, che fa sorgere alcuni sospetti a Giorgia Meloni è che l’Italia “si è impegnata per oltre 15 miliardi in un fondo che ha parametri di accesso così rigidi da rendere per l’Italia stessa impossibile usufruirne“. In altre parole, “noi contribuiamo, ma ne potremmo usufruire soltanto facendoci di fatto commissariare, cioè accettando che il Fondo salva stati ci tolga ogni sovranità“.

Dunque, da quanto emerge il Mes secondo la Meloni “serve semplicemente a mettere in sicurezza gli investimenti tedeschi e francesi, all’interno dei paesi dell’Unione europea“. Se Conte avesse davvero agito da solo dando l’ok all’Europa, “non pare una cosa intelligente” ha aggiunto la Meloni.

Infine, interviene anche Luigi Di Maio, dichiarando la sua contrarierà. Ma Giorgia Meloni torna sulla scena e attacca: “Non vorrei che Di Maio stesse facendo finta, che stesse improvvisamente recitando il ruolo di quello che scopre gli interessi nazionali“. Infatti, conclude la leader di FdI, “di Fondo salva stati se n’è parlato a giugno. Questo vuol dire che c’è stato un dibattito. E dunque che era coinvolto il governo, il governo Conte uno. Perché finora noi non abbiamo saputo niente? Perché questo argomento esce soltanto oggi?”.