Messa: atenei si liberino di zavorre normative e comportamentali

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 30 set. (askanews) - "È indispensabile per ciascun ateneo cambiare prospettiva e liberarsi di tutte le zavorre che schiacciano e impediscono di esprimersi compiutamente, zavorre non solo normative, ma anche comportamentali". Lo ha detto il ministro dell'Università e della Ricerca, Cristina Messa, durante il suo intervento all'inaugurazione dell'anno accademico dell'Università di Milano Bicocca alla presenza del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Si tratta, ha osservato l'esponente del Governo, di alleggerirsi di "un insieme di rigidità che ingessano: dai settori disciplinari ai modelli organizzativi, dall'autonomia autoreferenziale alle modalità di reclutamento, dai servizi alla parcellizzazione dell'offerta didattica".

"Oggi le università, più di ogni altra istituzione, sono invitate a ripensare se stesse in una prospettiva futura capace di interpretare la complessità e i cambiamenti che investono il mercato del lavoro, l'ambiente, la qualità della vita oltre alla stessa ricerca e alla didattica" ha proseguito Messa.

"Su alcune di queste" zavorre, ha concluso, "l'azione ministeriale può e deve essere particolarmente incisiva, ed è quanto ci apprestiamo a fare utilizzando le risorse del Pnrr e i collegati interventi di razionalizzazione normativa".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli