Messa: lavorare su rapporto tra università e Pmi

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 6 ott. (askanews) - "Dobbiamo lavorare sul rapporto tra università e Piccole e medie imprese. Come possiamo farlo? Innanzitutto dal punto di vista formativo; quando decidiamo di aprire un corso di laurea, c'è un momento interlocutorio fra le università e gli stakeholder per decidere che tipi di corsi di laurea fare. Ecco, questo meccanismo va rafforzato e reso continuativo, in modo che ci sia una netta cooperazione alla decisione nelle strade verso cui andare nella formazione, anche con le Piccole e medie imprese". Lo ha detto la ministra dell'Università e della ricerca, Maria Cristina Messa, intervenendo online al Made in Italy summit del Sole 24 ore.

"Le Piccole e medie imprese - ha continuato la ministra - sono molto interessate anche a un altro tipo di formazione, quella degli Istituti tecnici superiori che sono formazioni più verticali che non danno una laurea ma una abilità a svolgere quella funzione e non altre. Mi piacerebbe che, accanto a questo tipo di figure, le Pmi considerassero anche la figura di un laureato che impara un metodo e lo può applicare per diverse funzioni ed è più completo, visto che andiamo verso un mondo del lavoro in continuo cambiamento e bisogna creare figure e strumenti per poter affrontare i continui cambiamenti".

"Un'iniziativa che partirà appena saremo in grado di pubblicare e condividere, in cabina di regia, le linee guida per la messa a punto del Pnrr - ha concluso - riguarda appunto le linee di collaborazione fra accademia, università, enti di ricerca e imprese che avranno una fortissima interazione, molto stimolata anche dal punto di vista finanziario, una leva grossa".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli