Messico, almeno 20 morti in scontri tra narcos e forze dell'ordine

Coa

Roma, 2 dic. (askanews) - Almeno 20 perosne sono morte nel fine settimana nel Nord del Messico, vicino al confine con gli Stati Uniti, in scontri a fuoco tra sospetti trafficanti di droga e forze dell'ordine.

Dopo 24 ore di spari, "si contano 14 criminali uccisi a colpi d'arma da fuoco, quattro membri della polizia di Stato (deceduti) nell'esercizio delle loro funzioni e due civili disarmati morti", ha dichiarato il governatore dello Stato di Coahuila, Miguel Angel Riquelme, in una nota.

Gli scontri a fuoco sono iniziati sabato mattina, quando la polizia locale ha individuato diversi veicoli, con uomoni pesantemente armati, a Villa Union.

Gli agenti hanno così chiesto all'esercito di intervenire e sparatorie sono scoppiate in diverse parti della città, a circa sessanta chilometri dal confine con gli Stati Uniti.