Messico: guerriglia per arresto figlio Chapo,autorità lo rilasciano

Fco

Città del Messico, 18 ott. (askanews) - Il Consiglio di Sicurezza del Messico si riunirà a Culiacan, nello stato occidentale di Sinaloa, per controllare un'operazione di sicurezza contro un gruppo criminale che ha attaccato la polizia e provocato gravissimi disordini. Lo ha annunciato il Segretario di Stato per la sicurezza e la protezione dei cittadini, Alfonso Durazo.

A scatenare tutto è stato l'arresto di un figlio del Chapo, il noto signore della guerra tornato in carcere dopo una rocambolesca fuga, poi rilasciato dalle autorità sostanzialmente per motivi di ordine pubblico. Durante un controllo di routine, Ovidio Guzman Lopez è stato catturato a Culiacan al termine di una sparatoria tra agenti di sicurezza e membri del Cartello di Sinaloa, in precedenza guidato da Joaquin Guzman. Il figlio ne aveva in qualche modo raccolto l'eredità. Secondo i media, che hanno citato Durazo, gli agenti hanno dovuto lasciar andare l'uomo. (Segue)