Messico, isola artificiale sostenuta da 1000 bottiglie di plastica

Messico, isola artificiale sostenuta da 1000 bottiglie di plastica

Città del Messico (Messico), 10 mag. (LaPresse/AP) - Un'isola totalmente sostenuta da bottiglie di plastica vuote, in tutto 100mila. E' la bizzarra creazione di Richarth Sowa a Città del Messico, che in breve tempo è diventata un vero e proprio simbolo della lotta a favore della protezione ambientale. Sowa ha raccolto le bottiglie che sono state poste sotto le assi di legno che costituiscono la struttura dell'isola. Il tutto è stato poi ricoperto di sabbia. Oltre il 70% dei materiali utilizzati per la costruzione dell'isola sono rifiuti che sono stati riciclati. Sowa possiede infatti anche una lavatrice che funziona ad energia eolica, ricavata da una vecchia cisterna per l'acqua di plastica. Ogni giorno Sowa sale sulla sua barca e va a riva per promuovere il suo progetto e diffondere la consapevolezza dell'importanza del riciclo fra messicani e turisti. "Invece di distruggere il pianeta - spiega Sowa - possiamo utilizzare la spazzatura che potrebbe davvero risolvere molti dei nostri problemi". Si tratta della seconda isola artificiale costruita da Sowa, che già nel 1998 aveva tentato il progetto: la struttura, però, era stata distrutta nel 2005 dall'uragano Emily.