Messico, la mappa dei cartelli che dominano il mercato della droga -4-

Bea

Roma, 5 nov. (askanews) - - Il cartello del Golfo Territorio: il nordest, in particolare lo stato di confine del Tamaulipas.

E' un dei gruppi criminali storici del Messico, nato negli anni Ottanta, quando si mise in luce per il traffico di cocaina e marijuana verso gli Usa. Traffica anche in eroina e anfetamina e ha lavorato in stretta collaborazione con i cartelli colombiani. Negli anni Novanta le sue attività valevano miliardi di dollari e manteneva la sua rete grazie alla corruzione e alle tangenti versate a funzionari pubblici.

Il cartello era inizialmente guidato da Juan García Abrego, il primo messicano a comparire tra i dieci più ricercati dell'Fbi. Abrego è stato catturato nel 1996 e sconta l'ergastolo in una prigione statunitense.

Il suo erede, Osiel Cardenas Guillen, ha messo in piedi l'ala militare del cartello, ingaggiando vari membri corrotti delle forze speciali e lanciandosi in iniziative sempre più violente. Ma quei soldati si sono ribellati e hanno formato un cartello indipendente e rivale.

Cardenas è stato arrestato nel 2003 e sconta una condanna a 25 anni in un carcere Usa. Il fratello, nuovo leader del cartello, Ezequiel Cardenas Guillen, è stato ucciso in una sparatoria con l'esercito messicano nel 2010. Il gruppo si è quindi frantumato in varie fazioni con leader diversi e si è indebolito, anche a causa di una terribile faida con...(Segue)