Messico, la mappa dei cartelli che dominano il mercato della droga -5-

Bea

Roma, 5 nov. (askanews) - ... Los Zetas Territorio: nordest del Messico.

L'organizzazione è stata fondata da un gruppo di militari corrotti che facevano parte di una divisione d'elite della forze speciali messicane. Oltre trenta ex soldati furono ingaggiati dalla leadership del cartello del Golfo negli anni Novanta, ma nel 2010 si sono staccati e hanno fondato una loro organizzazione.

I due cartelli di sono resi protagonisti di una guerra violentissima nel nordest del Messico. Gli Zetas sono ben noti per la loro brutalità e di macchiano di torture e decapitazioni. Nel 2012 gli Zetas hanno raggiunto il massimo del loro potere, superando il cartello di Sinaloa come gang più forte sul mercato della droga, e si ritiene operassero in oltre metà degli stati messicani. Hanno diversificato le loro attività dal traffico di droga a crimini di ogni genere, tra contrabbando di sigarette al traffico di esseri umani.

Ma a fine 2012, uno dei loro leader è stato ucciso in uno scontro a fuoco con la Marina messicana. Il suo sostituto, Miguel Ángel Treviño Morales, è stato catturato. Il fratello minore, Omar Treviño Morales, ha preso il comando, ma anche lui è stato arrestato nel 2015.

L'evento ha segnato l'inizio del declino del cartello. L'assenza di un leader ha provocato scissioni interni e consentito ai rivali di esercitare il dominio. Gli Zetas, indeboliti dalle lotte interne, hanno perso terreno in favore del gruppo di Jalisco, ma restano una forza pericolosa.