Messico: la rottura di un gasdotto sottomarino causa un incendio nell'Oceano

·2 minuto per la lettura
Incendio gasdotto sottomarino nel Golfo del Messico
Incendio gasdotto sottomarino nel Golfo del Messico

Sono tutt’ora in corso di svolgimento le operazioni condotte dalla Petroleos Mexicanos, relativamente allo spegnimento delle fiamme, che sono parte e protagoniste dalla giornata di venerdì 2 luglio 2021 del vasto incendio che si è scatenato nel Golfo del Messico, in seguito alla rottura di un gasdotto sottomarino.

Messico, la rottura del gasdotto sottomarino

Nella giornata di venerdì 2 luglio 2021, uno spaventoso incendio si è attivato nelle acque del Golfo del Messico, a scatenarlo è stata la rottura di un gasdotto sottomarino, verificatosi a pochissima distanza da una piattaforma petrolifera Pemex.

Messico, la rottura del gasdotto sottomarino: i dettagli dell’incidente

Alcune immagini che stanno circolando sui social in queste ore, mostrano uno spettacolare quanto infernale scenario, composto da fiamme arancioni che saltano fuori dalle acque dell’Oceano, quasi come si trattasse di lava fuoriuscita da un vulcano in eruzione.

L’incendio in questione si è verificato a circa 100 chilometri di distanza dalla costa messicana e più precisamente quasi in corrispondenza di Ciudad del Carmen, a scatenarlo è stato un incidente avvenuto in un gasdotto sottomarino collegato a Ku Maloob Zaap, considerata la punta dell’azienda petrolifera Pemex.

Secondo quanto riferito dalla compagnia messicana, il guasto e la conseguente rottura sarebbero state causate dal maltempo e in particolare da un temporale che avrebbe danneggiato alcuni macchinari.

La stessa compagnia, in seguito all’accaduto ha inviato sul posto alcune imbarcazioni specializzate, che sono dotate di cannoni in grado di emettere potentissimi getti d’acqua e azoto, che dovrebbero servire a domare le fiamme causate dalla potente e dannosa fuga di gas, scatenata dalla rottura del gasdotto sottomarino.

Messico, la rottura del gasdotto sottomarino: le conseguenze

La Petroleos Mexicanos ha comunicato che nell’incidente scatenatosi nella giornata di venerdì 2 luglio 2021 tra le acque del Golfo del Messico, nessuna persona è rimasta ferita e che saranno avviate delle indagini, al fine di comprendere in modo chiaro ed esaustivo le cause che hanno provocato la disastrosa fuga di gas.

A scopo preventivo tutte le valvole del gasdotto sono state momentaneamente chiuse. La compagnia petrolifera protagonista della vicenda sembra tuttavia non essere estranea a precedenti gravi incidenti come questo.

Bisognerà attendere la completa conclusione della vicenda per effettuare un bilancio definitivo relativo ai danni ambientali provocati dall’incendio causato dalla rottura del gasdotto sottomarino. Nel frattempo è arrivata la dura la condanna di Miyoko Sakashita, direttrice del programma oceanico del Center for Biological Diversity, in merito alla vicenda, ecco le sue parole:

“Questi orribili incidenti continueranno a danneggiare il Golfo se non interrompiamo una volta per tutte le trivellazioni offshore”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli