Messico, massacro di mormoni statunitensi, bimbi bruciati vivi -4-

Fth

Roma, 5 nov. (askanews) - Nel 2010, due membri della comunità mormone di Chihuahua, tra cui uno della famiglia LeBaron, sono stati assassinati per aver sfidato e affrontato i cartelli di droga che esercitavano il controllo sulle terre di confine del sud dell'Arizona.

I mormoni di origine tedesca si stabilirono nel nord del Messico negli anni '20 dagli Stati Uniti. Il gruppo si staccò dalla chiesa mormone tradizionale dopo aver abbandonato i matrimoni poligami. Molti mormoni in Messico godono di doppia cittadinanza messicana e americana.