Messico, Msf: protocolli Usa mettono a rischio richiedenti asilo -2-

Dmo/Red

Roma, 10 set. (askanews) - "È inaccettabile che persone vulnerabili - donne, bambini, uomini e intere famiglie - siano costrette a vivere in condizioni pericolose, esposte alla violenza delle bande criminali e trattati senza umanità dalle autorità messicane e americane" dichiara il dr. Marcelo Fernandez, capo missione di MSF in Messico.

Da quando i protocolli sono stati implementati ad agosto a Matamoros, le équipe di MSF hanno visto il ritorno forzato di oltre 100 richiedenti asilo ogni giorno. La città dispone di pochi campi e non è preparata per accoglierli. La maggior parte di loro vive in condizioni malsane con scarso accesso all'acqua e ai servizi sanitari. Alcuni vivono in tende di fortuna in mezzo alle strade, esposti alla violenza dei gruppi criminali che lottano per il controllo della zona. (Segue)