Messico: raid polizia si trasforma in un massacro, 9 morti

Vgp

Roma, 7 mar. (askanews) - Nove persone, tra cui due poliziotti, sono state uccise in un raid della polizia messicana per cercare di salvare delle persone che erano state rapite da una banda nel Messico occidentale.

Oltre ai due poliziotti, sei dei morti erano apparentemente tenuti in ostaggio nella casa colpita dal raid, il settimo era un passante, ha riferito il procuratore generale Gerardo Octavio Solis. La polizia stava facendo irruzione in questa casa nella città di Tlaquepaque, nello stato di Jalisco, quando i banditi hanno immediatamente aperto il fuoco. La polizia ha chiesto rinforzi, che sono arrivati sotto forma di dozzine di poliziotti e soldati, oltre a due elicotteri. Vedendosi messi alle strette, i rapitori hanno ucciso i loro prigionieri prima di fuggire. La polizia ha spietatamente perquisito l'intero quartiere, ma senza successo, nel tentativo di trovarli.

"Hanno bussato così forte alla porta che hanno rotto le finestre, non hanno nemmeno aspettato che arrivassimo lì per aprire", ha detto un residente nella zona spiegando che la polizia era montato sul tetto. In una vicina scuola materna , gli insegnanti hanno immediatamente applicato il protocollo di sicurezza, facendo sì che tutti i bambini si sdraiassero a terra per proteggerli.

Lo stato di Jalisco sta subendo violenze particolarmente gravi a causa del crimine organizzato, in particolare il cartello della droga di nuova generazione di Jalisco, che le autorità americane considerano una delle cinque organizzazioni criminali internazionali più pericolose al mondo.