Messico, tre italiani scomparsi dal 31 gennaio: furono fermati dalla polizia

Italiani scomparsi in Messico, Governo sollecita rapida soluzione

La Farnesina segue il caso di tre italiani scomparsi in Messico. Secondo quanto si apprende, l'ambasciata italiana del posto lavora da giorni, di concerto con le autorità messicane, aggiornando i familiari dei tre dispersi sulle ricerche.

Si tratta del venditore ambulante Raffaele Russo, 60 anni, suo figlio Antonio, 25 anni, e di suo nipote Vincenzo Cimmino, 29 anni. L'ultima volta sono stati visti il 31 gennaio nella zona di Tacalitlan, vicino a Ciudad de Guzman. Online e via social i disperati appelli della famiglia secondo la quale i tre sarebbero stati fermati dalla polizia locale il giorno della scomparsa e sarebbero riusciti a inviare un messaggio vocale ai familiari, prima che venissero costretti a spegnere i cellulari.