Messico, un anno fa omicidio Carrillo: Amnesty chiede giustizia

red/Mgi

Roma, 24 ott. (askanews) - Un anno dopo l'omicidio del leader nativo rarámuri Julián Carrillo, Amnesty International è tornata a chiedere alle autorità del Messico che si indaghi in modo approfondito per individuare i responsabili dell'assassinio e di tutti gli attacchi contro i difensori della terra, del territorio e dell'ambiente nello stato centroamericano.

"Le coraggiose persone che in Messico difendono la terra, il territorio e l'ambiente affrontano pericoli costanti. Il presidente Andrés Manuel López Obrador deve riconoscere pubblicamente il loro inestimabile contributo alla protezione delle risorse naturali e il suo governo deve prendere misure vigorose per garantire che possano agire in modo incolume", ha dichiarato Erika Guevara-Rosas, direttrice per le Americhe di Amnesty International. (Segue)