Messico, un anno fa omicidio Carrillo: Amnesty chiede giustizia -4-

red/Mgi

Roma, 24 ott. (askanews) - "Julián Carrillo è stato assassinato nonostante fosse entrato nel Meccanismo governativo di protezione per i difensori dei diritti umani e i giornalisti. La situazione è estremamente grave e richiede una revisione completa del Meccanismo affinché tuteli e protegga davvero i difensori della terra, del territorio e dell'ambiente", ha commentato Tania Reneaum Panszi, direttrice generale di Amnesty International Messico.

"La lotta per proteggere i diritti della terra e combattere lo sfruttamento indiscriminato delle risorse naturali ha la nostra piena solidarietà e il nostro totale sostegno. Abbiamo il dovere fondamentale di lasciare un ambiente sano alle future generazioni", ha concluso Tania Reneaum Panszi.