Messina, giovane in coma dopo un’aggressione: 1 arresto

Gianluca Trimarchi

Lo ha steso con un pugno per cause futili all’esterno di una discoteca di Santa Teresa di Riva (Messina). Francesco Saporito, istruttore 30enne di arti marziali, è stato arrestato per aver aggredito Gianluca Trimarchi, un ragazzo di 27 anni di Forza d’Agro, finito in stato di coma farmacologico. Ora è sotto accusa per “lesioni personali gravissime” con l’aggravante di essere venuto alle mani per motivi abbietti e futili.

Gianluca Trimarchi in coma

Francesco Saporito, 30 anni, è un istruttore di arti marziali. Forse proprio per questo non è riuscito a controllare la sua capacità di autodifesa quando si è ritrovato a litigare con un altro giovane in maniera molto pesante. Saporito è ritenuto l’autore dell’aggressione ai danni di Gianluca Trimarchi. Si tratta di un 27enne di Forza d’Agro che è stato colpito da un forte pugno in un parcheggio al di fuori di una discoteca di Santa Teresa di Riva (Messina). Il ragazzo ha subito gravi danni a causa della violenza perpetuata nei suoi confronti: ora si trova in coma farmacologico, condizione da cui non è ancora uscito. Insieme alla frattura dello zigomo della mascella e allo sfondamento di un timpano, Trimarchi ha presentato una grave emorragia cerebrale a causa della quale i medici hanno dovuto fare un delicato intervento chirurgico. Saporito intanto è stato fermato dalla polizia e dovrà rispondere di “lesioni personali gravissime” con l’aggravante di aver agito per motivi abbietti e futili. Secondo quanto è emerso nel corso delle indagini dei carabinieri, il 30enne non si è neanche fermato per prestare soccorso al 27enne ferito. La sua principale preoccupazione era di non essere sospettabile raccontando un’altra versione dei fatti, dicendo di essere stato lui la vittima dell’aggressione.