Messina, la Polizia cattura il latitante Giovanni De Luca

Red/Gca
·1 minuto per la lettura

Palermo, 19 nov. (askanews) - La Squadra Mobile di Messina ha arrestato ieri sera il latitante Giovanni De Luca. Il 7 ottobre 2019 De Luca si era volontariamente sottratto all'esecuzione del provvedimento di sospensione della misura della semilibertà concessagli a suo tempo dal Tribunale di Sorveglianza di Messina ma era anche ricercato in quanto destinatario di una misura cautelare, per estorsione, rapina e sequestro di persona, aggravati dal fatto di essere stati commessi con metodo mafioso, nell'ambito dell'operazione "Flower" del novembre dello scorso anno. Le ricerche effettuate dalla Mobile con l'ausilio di intercettazioni di comunicazioni telefoniche ed ambientali, servizi tecnico-dinamici sul territorio ed analisi di tabulati di traffico telefonico, ha consentito accertare come l'uomo avesse trovato rifugio nel circondario del Villaggio Santo di Messina . Ieri, è stata disposta una imponente azione di cinturazione della zona e sono state effettuate delle mirate perquisizioni finalizzate alla cattura del latitante. Intorno alle 22, nell'abitazione di Elena Micalizzi - tratta in arresto per favoreggiamento personale aggravato dalle modalità mafiose - all'interno di una intercapedine, abilmente dissimulata da una finta parete decorativa montata su un sistema di chiusura basculante, ricavata tra il tetto ed il vano scala, è stato rintracciato e catturato De Luca.