Messina: madre e figlia impiccate, donna lascia lettera d'addio 'Porto con me Alessandra'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Palermo, 30 mag. (Adnkronos) – Mariolina Nigrelli, la donna di 40 anni trovata ieri sera morta impiccata con la figlia Alessandra di 14 anni, nella casa di campagna alla periferia di Santo Stefano di Camastra (Messina), ha lasciato, come apprende l'Adnkronos, una lunga lettera di addio sul tavolo della casa di campagna in cui sono stati scoperti i due cadaveri. La donna ha indirizzato la lunga lettera, scritta a mano, al marito, Maurizio Mollica, un fabbro molto noto nel piccolo paese del messinese conosciuto per le ceramiche artistiche in cui si legge, tra l'altro: "Porto via con me Alessandra", raccontando di alcune difficoltà.

La ragazza di 14 anni frequentava la terza media a Santo Stefano di Camastra. Al momento la pista più accreditata è quella dell'omicidio-suicidio, avvalorata anche dalla lettera d'addio della donna. Anche se, comunque, gli inquirenti non escludono altre piste. Sul posto, per tutta la notte, il Procuratore capo di Patti Angelo Vittorio Cavallo, che ha raggiunto la casa di campagna in cui è avvenuta la tragedia, e il sostituto Andrea Apollonio, che coordinano l'inchiesta sulla morte di madre e figlia.

Le due donne sono state trovate impiccate, intorno alle 20, a poca distanza l'una dall'altra. A trovare i cadaveri è stato il marito della donna, Maurizio Mollica, che è stato sentito per tutta la notte dagli inquirenti. Ha pianto per tutto il tempo, come si apprende, raccontando di rapporti "tesi", soprattutto, negli ultimi tempi con la moglie.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli