Suicidio a Mestre, 19enne si butta sotto il treno davanti alla madre

Suicidio a Mestre, 19enne si butta sotto il treno davanti alla madre

Un gesto drammatico. Ha aspettato il momento esatto in cui passava il treno e si è buttato. Muore così a 19 anni un ragazzo di Pordenone. Il giovane era appena uscito dall’ospedale di Mestre e stava tornando a casa insieme alla madre, sconvolta dall’accaduto.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Zanzare killer, 725mila morti ogni anno

Suicidio a Mestre

Il ragazzo si trovava all’ospedale di Mestre per un incidente di poco rilievo. I medici dopo essersi consultati avevano deciso che il giovane poteva tornare a casa, così insieme a sua madre si è diretto alla stazione dei treni. I due erano seduti su una panchina aspettando l’arrivo del treno. Il ragazzo, con uno scatto repentino, si è alzato e si è gettato sotto il convoglio davanti agli occhi della madre. La donna è rimasta impietrita. In stato di totale choc.

Sul posto si sono precipitati i Vigili del fuoco, il personale del 118 e la polizia ferroviaria. Non ci dovrebbero essere dubbi sulla natura volontaria del gesto, anche se gli agenti della Polfer stanno cercando di ricreare gli attimi appena prima del folle gesto. Il ragazzo sembrerebbe aver mostrato qualche instabilità psichiatrica in passato, non riconducibile al motivo dell’ultimo ricovero.

La madre del giovane è stata ricoverata in stato di choc e nei giorni successivi le sarà fornito tutto il supporto psicologico necessario dal personale dell’Ulss.

L’area dell’incidente è stata bloccata per più di un’ora creando notevoli disagi al traffico ferroviario. Infatti, la circolazione è stata quindi sospesa in entrambe le direzioni di marcia. Immancabili i ritardi, che hanno coinvolto 16 treni regionali.