Mestre, bizzarra disavventura per un automobilista svedese

sottopasso
sottopasso

Un automobilista svedese è finito con la sua Volvo nel sottopasso tra Mestre e Marghera da via Ulloa. Un brutto scherzo causato dal navigatore satellitare, in quanto lo stesso aveva impostato il percorso a piedi, invece di quello in auto. È accaduto lo scorso 16 luglio. Proprio nel sottopasso pedonale della stazione. L’automobilista si è fermato per fortuna soltanto al secondo scalino con la sua auto. il tutto davanti ai passanti e turisti che giravano per la zona. Una brutta disavventura pe ril povero malcapitato. La notizia è tuttavia divenuta virale sui social. La foto dell’auto incastrata ha fatto il giro della rete.

Finisce con la Volvo nel sottopasso: turista ingannato

Lo svedese protagonista della disavventura avvenuta nel sottopasso tra Mestre e Marghera è un turista in visita nel nostro Paese. Alla fine è stato multato. Una fatto insolito, anche se non è la prima volta che qualcuno sbaglia strada nella zona a causa del navigatore stradale.

Come è accaduto l’equivoco

L’automobilista si è limitato a seguire le indicazioni del Tom Tom facendo un percorso inusuale che gli ha fatto raggiungere via Ulloa. Il navigatore gli ha detto di girare a sinistra immettendosi nel sottopasso. Alla fine lo svedese è finito incastrato con la sua vettura. La Volvo è stata recuperata dal carro attrezzi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli