Mestre, migrante pulisce la strada: multa di 350 euro

Migrante pulisce la strada: multato

Un migrante pulisce volontariamente i marciapiedi e le strade di Mestre con la sua scopa, spiegando di volersi integrare in questo modo. Il gesto del giovane nordafricano, però, non è stato apprezzato dai vigili che l’hanno multato di 350 euro. Come specificato nel verbale, infatti, l’uomo è stato “sorpreso palesemente a ripulire la zona senza alcuna autorizzazione dell'amministrazione comunale”.

VIDEO - Migranti torturati in un centro di detenzione in Libia


La sanzione per Monday, questo il nome del migrante, lascia basiti in molti, a partire dall'avvocato Matteo D'Angelo che, dubitando di una possibile impugnazione della multa, ha lanciato una sottoscrizione per Monday, già accolta dai social.

Il cartello che Monday espone mentre raccoglie le foglie e a le mette nei sacchetti delle immondizie, indossando un gilet catarifrangente, spiega che il suo lavoro è per “integrasi nella società senza chiedere l'elemosina”. L’avvocato D'Angelo, intanto, è perplesso sulla sanzione perché “non si parla di ostruzione della strada, né di questua o di degrado”.

SFOGLIA LA GALLERY: Migranti, i 5 punti dell’accordo di Malta

VIDEO - Decreto Sicurezza, Ong e migranti

Multa ritirata dopo le segnalazioni

Dopo il clamore della vicenda, la polizia municipale ha annunciato il ritiro della multa. La polizia ha spiegato che in centrale sono giunte quattro telefonate di cittadini in difesa del giovane immigrato. Il comando ha ritenuto di ritirare il provvedimento giudicandolo eccessivo rispetto alla "norma sui lavori in strada" prevista dal regolamento comunale. Il controllo della pattuglia era stato originato, tra l'altro, dalla segnalazione di alcuni residenti che non avrebbero gradito la presenza dello straniero. Sulla decisione di fargli la multa avrebbe influito anche l'inesperienza dei vigili e la loro non perfetta conoscenza dei 'codicilli' del regolamento.