Meta:Anche in Italia supervisione educatori e famiglie su Instagram

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 15 set. (askanews) - Arrivano anche in italia le novità introdotte da Meta già in alcuni paesi nuovi strumenti per aiutare genitori ed educatori a supervisionare l'esperienza social dei più giovani. Nel dettaglio, ricorda Meta in una nota, "la funzione Supervisione dei Genitori su Instagram, che consente a genitori e tutori di: chiedere ai figli adolescenti di supervisionare il loro account, o accettare il l'invito da parte dei figli a supervisionare il loro account. Vedere quanto tempo i figli adolescenti spendono su Instagram e impostare dei limiti giornalieri. Programmare delle pause in specifici momenti della giornata. Vedere quali profili seguono e da chi sono seguiti. Ricevere notifiche quando i figli decidono di segnalare un account o un post, incluso chi è stato segnalato e il tipo di contenuto.

Il nuovo Centro per le Famiglie: anche in Italia i genitori potranno visitare il Centro per le Famiglie, che contiene una serie di risorse provenienti da esperti per aiutare genitori e figli adolescenti a vivere il mondo digitale in sicurezza

Nuove funzioni per aiutare gli adolescenti a gestire meglio il loro tempo su Instagram. Meta sta testando a livello globale con l'obiettivo di implementarlo presto, la nuova funzione Scopri argomenti diversi, che incoraggerà gli adolescenti a passare ad un argomento diverso se guardano ripetutamente lo stesso tipo di contenuto su "Esplora".

"Prenditi una pausa": All'inizio di quest'anno è stata lanciata la funzione: "Prenditi una pausa", un nuovo modo per ricordare alle persone di prendersi una pausa da Instagram. Ora verrà inviata agli adolescenti anche una notifica per suggerire loro di attivare questa funzione dopo che trascorrono un po' di tempo a fare scrolling di contenuti su Instagram.

Lo scorso giugno sono stati pubblicati maggiori dettagli sul quadro di riferimento che utilizziamo per sviluppare funzionalità per i più giovani. Meta mette a disposizione maggiori dettagli riguardo alle modalità con cui applica i princìpi contenuti nella Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti dell'infanzia (UNCRC) nel processo di sviluppo dei propri prodotti. Questa cornice normativa guida tutti i team di Meta nell'applicazione di standard ben definiti finalizzati a sviluppare esperienze digitali per i minori di 18 anni. Tutte queste nuove funzionalità, conclude la nota, sono state sviluppate con il contributo di adolescenti, genitori, esperti e decisori politici e si continuerà a lavorare in modo collaborativo per soddisfare le esigenze dei più giovani sulle app Meta.