Meta licenzia 11mila persone, Zuckerberg: ho sbagliato

featured 1668755
featured 1668755

Milano, 9 nov. (askanews) – Dopo Twitter, anche Facebook licenzia. Meta, la società che possiede il social network, Whatsapp e Instagram, ha annunciato un taglio del 13% del personale: perderanno il lavoro 11mila persone. Zuckerberg, fondatore di Facebook, ha ammesso di aver attuato una strategia sbagliata che ha puntato su grossi investimenti dopo l’impennata dell’e-commerce durante la pandemia.

“Sfortunatamente, le cose non sono andate come mi aspettavo”, ha detto in una comunicazione ai dipendenti citando la recessione macroeconomica, l’aumento della concorrenza e la diminuzione delle entrate pubblicitarie. “Ho sbagliato e me ne assumo la responsabilità” ha detto.

É l’ennesima turbolenza nel mondo delle grandi aziende tech. Solo qualche giorno fa Elon Musk dopo aver comprato Twitter per 44 miliardi di dollari ha licenziato migliaia di persone, la metà del personale, comunicandolo via mail senza preavviso.