Meteo Italia, oggi 'rischio' giorno più caldo del 2022

(Adnkronos) - Caldo record in Italia, un giorno dopo l'altro. E' stato rilevato ieri - domenica 3 luglio 2022- quello che finora è il giorno più caldo del 2022, con una temperatura massima di 36.1°C: oggi però potremmo anche superare questi valori. A rilevarlo è l'Osservatorio geofisico di Unimore riferendo per ieri temperature di 37.8°C a Modena Campus Dief, ancor peggio a Reggio Emilia con ben 38.8°C. I geofisici prevedono che seguirà qualche giorno con alte temperature al di sopra delle medie stagionali, massime fino a 35°C ma anche primi locali temporali di calore.

Per giovedì, affermano i meteorologi dell’Osservatorio Geofisico di Unimore, "potrebbe esserci una svolta relativamente fresca, con un calo delle temperature di 6-7 gradi e il passaggio di temporali anche forti nella seconda parte della mattinata".

"Non è però la fine dell’estate, il calo termico - avvertono - non farà altro che riportare le temperature nella media stagionale. Il sollievo sarà temporaneo perché da venerdì di nuovo il termometro salirà con ipotesi di altre ondate di caldo a fine mese".

Anche per questa estate del 2022 il caldo come per l'estate del 2003 è 'Hyperestremo' come venne definito allora e, al momento, le temperature medie sono seconde solo a quella estate, mentre le precipitazioni sono inferiori al 2003, ma l’anno scorso e in altri anni la siccità fu anche peggiore.

Nel dettaglio, l'Osservatorio rileva che la temperatura media di giugno 2022 risulta a Modena Osservatorio Geofisico di 26.5°C, superiore di 2.9°C alla media 1991-2020 e seconda solo al giugno del 2003, che ebbe una temperatura media di 27.5°C. Nel 2022, così come nel 2003, il caldo iniziò però fin da maggio e nel bimestre di 'estate anticipata' maggio-giugno 2022 la temperatura media è stata di 23.9°C. Anche in questo caso siamo secondi al 2003, che ebbe una media nel bimestre maggio-giugno di 24.4°C.

Il numero di 'giorni caldi', ossia con temperatura massima maggiore o uguale a 30°C, è stato pari a 23 nel bimestre e a 25 nel maggio-giugno 2003. Analizzando sempre nel dettaglio l’andamento della temperatura massima giornaliera del maggio-giugno 2022 rispetto al 2003, gli scienziati dell'Osservatorio geofisico di Unimore notano per "quest’anno due notevoli, ma brevi rinfrescate, a inizio e fine maggio, poi una meno intensa a inizio giugno. In compenso, a maggio si è avuto un periodo di caldo ben sopra la media anche se non da record assoluto. Il picco assoluto nel 2003 fu di 36.4°C (il 13 giugno) , mentre quest’anno è stato di 35.9°C il 20 giugno. La giornata di giugno da record assoluto è però stata il 26/06/2019 con 38.2°C."

Infine, l’ultima decade di giugno 2022 è molto simile alla stessa decade del 2003, molto calda e costantemente sopra la media, con una tregua del caldo in entrambi gli anni attorno al 27-28 giugno. Riguardo le piogge, l'Osservatorio evidenzia che la situazione di quest’anno vede 25 mm a giugno e 58.7 mm a maggio, per un complessivo nel bimestre di 83.7 mm. Nel 2003 invece si misurarono 50.2 mm a maggio e 31.6 mm a giugno per un complessivo di 81.8 mm.

"Maggio, insomma, in entrambi gli anni ha attenuato i danni della siccità, che emerge maggiormente ampliando l’orizzonte temporale ai primi sei mesi dell’intero anno" sottolineano i geofisici dell'Osservatorio. Sono stati misurati 228.3 mm di precipitazione nel 2022, con un deficit pluviometrico del 30% rispetto alla media 1991-2022. La situazione è peggiore di quella del 2003, che vide 274.2 mm caduti nei primi 6 mesi dell’anno. Da notare comunque, aggiungono i geofisici, che la siccità peggiore si ebbe in altre due annate: nei primi sei mesi del 2019 si misurarono 178.6 mm di precipitazione mentre nel 2012 si misurarono 172.6 mm. Prendendo i dati della climatologia locale, a Modena dovrebbero cadere 325.3 mm.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli