Meteo, la Protezione Civile dirama allerta rossa: le regioni a rischio

allerta rossa regioni

Le previsioni meteo per le prossime ore sono in continuo peggioramento. Se nella giornata di lunedì 11 novembre la Protezione Civile si era limitata a diramare allerta gialla o arancione, per martedì 12 novembre scatta invece l’allerta rossa: 3 regioni sono a rischio. Il vortice di bassa pressione che nelle ultime ore ha colpito le due isole maggiori e le coste del Nord Africa si sta ora spostando verso il Tirreno. In queste ore la pioggia e i temporali si stanno abbattendo sulle regioni del Sud Italia e in parte del Nord est. I disagi maggiori, infatti, si registrano nelle zone orientali siciliane e sull’area ionica fino al nord della Puglia. Colpite dal maltempo, però, anche Veneto, Emilia Romagna orientale e Friuli Venezia Giulia. Infine, sull’arco alpino e sulle Dolomiti la neve sta cadendo copiosa anche a bassa quota. Vediamo come si evolveranno le precipitazioni nelle prossime ore.

Meteo, allerta rossa in 3 regioni

Già nella giornata di ieri era stata dichiarata la chiusura di alcune scuole soprattutto nel sud della nostra penisola. Martedì 12 novembre, invece, la Protezione Civile ha diramato l’allerta rossa su 3 regioni. Il messaggio del Dipartimento arriva da Twitter: le regioni a rischio sono per gran parte del territorio la Calabria, i settori costieri della Basilicata e la Sicilia orientale. Inoltre, allerta arancione su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia. Infine, allerta gialla su Emilia-Romagna, Lazio, Umbria, Friuli-Venezia-Giulia, Marche, Campania. Possibili disagi anche su alcuni settori di Lombardia, Veneto, Toscana e Sardegna.

Le prossime ore

Il maltempo nelle prossime ore raggiungerà il nordest della Sardegna, la bassa Toscana e il Lazio: forti piogge potrebbero colpire anche la capitale. In serata, invece, i temporali colpiranno le zone settentrionali toscane, l’Emilia, il Triveneto e di nuovo la Sicilia. Pericolo acqua alta anche a Venezia.