Meteo, le previsioni di sabato 12 e domenica 13 novembre: freddo e neve dai Balcani

Thermometer in the snow shows low temperatures in Celsius and Farenhaits.
Meteo, le previsioni di sabato 12 e domenica 13 novembre: freddo e neve dai Balcani

La "novembrata" ha regalato sole e temperature gradevoli in molte zone d'Italia, ma per il secondo weekend del mese - quello di sabato 12 e domenica 13 - è atteso un cambio di rotta: quali sono le previsioni meteo?

VIDEO - Meteo del weekend: 12 e 13 novembre 2022

Per sabato 12 e domenica 13 novembre è atteso un deciso calo termico dovuto all'aria fredda in arrivo dai Balcani. "Giorno di San Martino con temporaneo aumento della pressione, poi nel corso del weekend un vortice ciclonico ricolmo di aria fredda attraverserà l’Italia con un movimento molto curioso", fanno sapere gli esperti de iLMeteo.it.

Infatti, solitamente i vortici che portano maltempo lungo la nostra penisola hanno direzione ovest-est. Per il weekend, invece, si attende un vortice retrogrado, che procederà cioè in contromano, muovendosi da est verso nord. Questo accade perché nel bordo meridionale si svilupperà un anticiclone dal cuore caldo, che in Germania e in Scandinavia ha già apportato un significativo aumento delle temperature (fino a 10 gradi sopra la media stagionale).

LEGGI ANCHE: La novembrata divide l'Italia in due: caldo al sud, piogge al nord

La perturbazione coinvolgerà prima il sud: tra il pomeriggio e la sera di sabato, infatti, il tempo inizierà a peggiorare. Maltempo atteso in particolare nella Calabria ionica, nella Sicilia sudorientale, in Puglia e Basilicata, dove non si escludono temporali e grandinate. In Italia soffieranno anche i venti di Bora e Grecale, che causeranno annuvolamento e diminuzione delle temperature.

L'indomani, nel corso della giornata di domenica 13 novembre, il maltempo si estenderà verso il centro, colpendo principalmente le Regioni adriatiche. Entro sera le piogge bagneranno l’Emilia Romagna e, nella notte, anche il resto del nord. Proprio nelle Regioni settentrionali sono previste locali nevicate. I primi fiocchi, nella serata di domenica, potrebbero cadere sopra i 1.400/1.500 metri, sia sulle Alpi sia sugli Appennini.

LEGGI ANCHE: Siccità, situazione ancora critica nel Po: si spera in pioggia

Anche per la settimana successiva si prevede una forte perturbazione che coinvolgerà prima le Regioni nord-occidentali, poi quelle centrali, estendendosi infine nel resto del Paese. Dalle prime proiezioni, infatti, pare che da martedì 15 novembre raggiungerà la nostra penisola un’intensa perturbazione atlantica. Non si escludono piogge localmente intense e la neve potrebbe scendere abbondante sulle Alpi, anche a quote relativamente basse.