Meteo settimana: lento crescendo dell’Inverno

L'alta pressione che si è stabilita sull'Europa Centrale continuerà a influenzare il tempo sul nostro paese almeno fino alla metà della prossima settimana. Un vero e proprio cuneo anticiclonico stretto tra due basse pressioni che porteranno invece maltempo su Penisola Iberica, Sicilia, Sardegna e la zona dell'Egeo.

Le cose cambieranno entro il prossimo weekend a causa della prima, probabile ondata di gelo sull'Europa. Vediamo nel dettaglio quel che accadrà:

MARTEDI' - Instabile su Sardegna e Sicilia con nubi sparse e qualche rovescio anche temporalesco.

MERCOLEDI' - Residui rovesci al mattino su Sardegna orientale, poi nel pomeriggio instabile con rovesci e temporali su Sicilia basso versante tirrenico in genere.
Bel tempo altrove, sempre con elevato rischio di banchi di nebbia o nubi basse, specie al primo mattino.
Temperature in ulteriore calo con massime intorno ai 20 gradi ovunque. Minime in calo, sotto i 10 gradi al Centro-Nord. Ancora vento da Nord e Nord-Est.

GIOVEDI’ - Sempre bel tempo generalizzato con residui rovesci possibili solo in Sicilia e Calabria. Ancora nebbie mattutine al Centro-Nord, ma non più così estese e durature.

Temperature in deciso calo in montagna, lieve in pianura ma con mattinata molto fresca. Rimarremo comunque sopra la media del periodo.


VENERDI’ - Si ferma il calo termico per l’arrivo di una perturbazione da Sud-Ovest. Piogge entro sera su tutte le regioni tirreniche centro-settentrionali, sull’arco alpino e sulla Sardegna con quota neve intorno ai 2000 metri sulle Alpi. Altrove si avrà solo un aumento di nubi.


FINE SETTIMANA - Si prospetta un weekend fortemente instabile con piogge, temporali e un progressivo calo termico a causa di quella che, con ogni probabilità, sarà la prima fase invernale europea della stagione fredda 2012/2013.


Michele Salmi – Classmeteo

msalmi@class.it


Riproduzione Riservata


Ricerca

Le notizie del giorno