#MeToo: le origini dell'hashtag del momento

(KIKA) - LOS ANGELES - La campagna online "Me Too" sta dilagando sui social network di tutto il mondo e ha già ispirato più di sei milioni di persone su Twitter e Facebook a condividere le loro storie di molestie sessuali subite. Mentre l'hashtag #Metoo riproposto da Alyssa Milano è nuovo per celebrità come Lady Gaga, Rosario Dawson e molte altre, Me Too in realtà è iniziato 10 anni fa. Non con il tweet di una star, ma dall'idea dell’attivista Tarana Burke.

La Burke, fondatrice dell'organizzazione giovanile Just Be Inc., ha creato la campagna nel 2007, molto prima che gli hashtag esistessero. La quarantaquattrenne ha dichiarato di avere creato il binomio per descrivere un movimento, intento a raggiungere e sostenere le donne residenti in comunità sfavorite che avevano subito assalti sessuali.

"Non ho creato Me Too perché diventasse una campagna virale o un hashtag, che oggi ci sono e domani saranno dimenticati” ha spiegato lei. "Si tratta di un dialogo fra persone sopravvissute, affinché le vittime di abusi sessuali capiscano di non essere sole”.

"Quello che sta succedendo è potente, perché tutti si possono immedesimare” ha commentato la donna.

Importante è fare in modo che una moda del momento non distolga l’attenzione da un tema reale e difficilmente riassumibile in due parole, verrebbe da aggiungere.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità