Metro Roma, incidenti Barberini e Repubblica: 15 indagati -punto -2-

Nes

Roma, 12 set. (askanews) - Il lavoro degli investigatori - si spiega - ha consentito di comprovare la sussistenza di gravi indizi di colpevolezza a carico degli indagati, palesando la sussistenza di un reale e concreto pericolo per la sicurezza di numerosi impianti di traslazione presenti sulle linee della metropolitana della Capitale, come diretta conseguenza della condotta fraudolenta posta in essere dai dipendenti della ditta di manutenzione Metroroma s.c.a.r.l.

Le misure cautelari oggi sono state eseguite nei confronti di Renato D'Amico, direttore di esercizio Atac delle linee metropolitane A e B; Ettore Bucci, dipendente Atac con la funzione di responsabile unico del procedimento relativo all'appalto a favore della società Metroroma s.c.a.r.l.; Alessandro Galeotti, dipendente ATAC con la funzione di responsabile di esercizio degli impianti di traslazione per le stazioni Repubblica e Barberini; Giuseppe Ottuso, responsabile tecnico preposto e amministratore unico di Metroroma s.c.a.r.l.

Diversi tecnici sono sotto accusa - si aggiunge - per la concreta realizzazione di manomissioni ai dispositivi di sicurezza degli impianti di traslazione e Ottuso, per l'avere impartito disposizioni volte a porre in essere le dette manomissioni, occultarle in caso di verifiche e controlli, altresì certificando l'esecuzione di manutenzioni non effettuate o eseguite in maniera incompleta.