Metsola a Meloni: Italia resta centrale in processo decisionale Ue

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Bruxelles, 3 nov. (askanews) - E' stato "positivo e costruttivo" l'incontro di questo pomeriggio, a Bruxelles, tra la presidente del Consiglio italiana Giorgia Meloni e la presidente del Parlamento europeo Roberta Metsola. Lo ha riferito stasera il portavoce di Metsola, Juri Laas. Un incontro che "ha confermato che l'Italia continuerà a svolgere un ruolo centrale nel processo decisionale dell'Ue".

Le due presidenti "si chiamavano per nome, e hanno parlato principalmente in italiano, ma anche in inglese", ha detto il portavoce, precisando che fra loro c'è stato prima "un incontro bilaterale faccia a faccia, in privato, nell'ufficio della presidenza del Parlamento europeo, durato circa 20 minuti, seguito da un incontro formale per circa 45 minuti", a cui hanno partecipato i collaboratori più stretti di Metsola e, da parte italiana, il consigliere diplomatico di Meloni, Francesco Maria Talò, il ministro per le Politiche europee, Coesione e Pnrr, Raffaele Fitto, e il rappresentante permanente dell'Italia presso l'Ue Piero Benassi.

La presidente Metsola "ha ringraziato la Presidente del Consiglio per la sua prima visita fuori dall'Italia, fatta al Parlamento europeo a Bruxelles", dimostrando così "il suo impegno sia verso l'Ue che per i Parlamenti eletti democraticamente".

La discussione ha riguardato, ha continuato il portavoce, "la situazione attuale, con l'invasione russa dell'Ucraina, gli alti prezzi dell'energia e l'inflazione". Metsola "ha ribadito la necessità dell'unità dell'Ue, e questo è stato sostenuto da Meloni".

"Siamo totalmente allineati - ha affermato Metsola secondo il portavoce - nelle nostre posizioni sull'Ucraina. Continueremo a essere fermi sulle sanzioni. E siamo uniti nel riaffermare il nostro sostegno all'Ucraina".

La presidente del Parlamento europeo ha poi sottolineato, secondo quanto riferito dal portavoce, che "su energia e inflazione, le persone hanno bisogno di noi ora, dobbiamo agire subito. Sono consapevole - ha proseguito - che gli Stati membri hanno realtà diverse, ma dobbiamo trovare il coraggio e la volontà politica per agire come abbiamo fatto durante la pandemia: unendo le forze".

Metsola ha sottolineato poi "l'importanza di adottare quanto prima" il piano "RePowererEU", che mira a liberare l'Ue della sua doppia dipendenza energetica, dalla Russia e dalle fonti fossili, e il pacchetto "Fit for 55" sulla lotta al cambiamento climatico, ha aggiunto Laas.

La presidente Metsola, inoltre, "ha invitato la presidente del Consiglio Meloni a intervenire in plenaria al Parlamento europeo".