Mezza Italia in zona rossa, Bassetti: "Lockdown non è risposta a varianti"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

Il lockdown, le zone rosse e le nuove regole previste dal Dl Pasqua per spegnere la fiammata del contagio da coronavirus alimentata dalle varianti non sono la strada giusta. Ne è convinto Matteo Bassetti, direttore della Clinica di malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova e componente dell'Unità di crisi Covid-19 della Liguria che all'Adnkronos Salute spiega: "In Italia stiamo facendo una comunicazione sbagliata sulle varianti soprattutto negli ultimi giorni con i decessi, ci facciamo del male da soli".

"Gli inglesi - sottolinea Bassetti - che erano pieni di varianti ne sono usciti vaccinando, infatti ieri sono arrivati a soli 50 decessi in un Paese con 80 milioni di abitanti e scenderanno ancora. Noi in Italia pensiamo di rispondere alle varianti con il lockdown e diciamo che i vaccini uccidono. È un atteggiamento sbagliato".

"La variante indiana è conosciuta e non è certo una sorpresa quella che arriva da Firenze, più questo virus circola più aumenteranno. Questa come altre varianti sembra rispondere ai vaccini", conclude Bassetti.