MGM perde i diritti cinematografici di Tomb Raider

(Adnkronos) - I diritti cinematografici del videogioco Tomb Raider sono attualmente in cerca di un nuovo detentore, dopo che il colosso MGM non è riuscito a iniziare la produzione di un nuovo sequel delle avventure di Lara Croft. MGM aveva tempo fino al maggio di quest’anno per approvare la produzione di un nuovo lungometraggio dedicato all’esploratrice, ma essendo trascorso il tempo ora i diritti di Tomb Raider per il cinema potranno essere acquisiti da un’altra major. Intanto sono tornati a GK Films, che li ha comprati da Square Enix nel 2011 e ha prodotto il film del 2018 basato sul gioco del 2013. Il film non è andato benissimo al botteghino, incassando 275 milioni al box office in tutto il mondo. GK Films sta valutando offerte da altre case di produzione. La notizia segue di pochi mesi la vendita del franchise anche nel mondo dei videogiochi, passato da Square Enix a Embracer insieme con tutto il catalogo Crystal Dynamics, Eidos Montreal e Square Enix Montreal per 300 milioni di dollari. Crystal Dynamics è già al lavoro su un nuovo gioco della serie, basato su Unreal Engine 5.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli