"Mi ha punto un calabrone nero". Donna muore sotto gli occhi del marito a Teramo

Linda Varlese
·Editor, HuffPost Italy
·1 minuto per la lettura
Violet Carpenter bee (Xylocopa violacea) searching for nectar on a vicia sepium. (Photo: Andyworks via Getty Images)
Violet Carpenter bee (Xylocopa violacea) searching for nectar on a vicia sepium. (Photo: Andyworks via Getty Images)

Muore dopo essere stata punta da un calabrone mentre era in campagna con il marito. Maria Angela D’Ovidio aveva 76 anni. Molto probabilmente ad ucciderla è stato uno shock anafilattico. La storia, raccontata da Il Messaggero, è accaduta a Poggio Rattieri di Torricella, in provincia di Teramo.

Molto probabilmente ad ucciderla è stato uno shock anafilattico. La donna, approfittando di una bella domenica soleggiata e della temperatura mite, era andata insieme al marito nel terreno vicino casa. Ad un certo punto il coniuge ha sentito gridare: era la moglie che, prima di perdere conoscenza e in difficoltà respiratoria, ha detto: “Mi ha punto un calabrone nero”.

L’uomo ha subito allertato i soccorsi. La sala operativa del 118, intuendo la gravità della situazione, ha inviato l’elisoccorso, ma quando il personale sanitario ha raggiunto il posto, il medico non ha potuto far altro che constatare il decesso della donna

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.